Una lettera per Sara di Maurizio de Giovanni

Mentre una timida primavera si affaccia sulla città, i fantasmi del passato tornano a regolare conti rimasti in sospeso, come colpi di coda di un inverno ostinato. Che aprile sia il più crudele dei mesi, l’ispettore Davide Pardo, a cui non ne va bene una, lo scopre una mattina al bancone del solito bar, trovandosi davanti il vicecommissario Angelo Fusco. Afflitto e fiaccato nel fisico, il vecchio superiore di Davide assomiglia proprio a uno spettro. È riapparso dall’ombra di giorni lontani perché vuole un favore. Antonino Lombardo, un detenuto che sta morendo, ha chiesto di incontrarlo e lui deve ottenere un colloquio. La procedura non è per niente ortodossa, il rito del caffè delle undici è andato in malora: così ci sono tutti gli estremi per tergiversare. E infatti Pardo esita. Esita, sbaglia, e succede un disastro. Per riparare al danno, il poliziotto si rivolge a Sara Morozzi, la donna invisibile che legge le labbra e interpreta il linguaggio del corpo, ex agente della più segreta unità dei Servizi. Dopo tanta sofferenza, nella vita di Sara è arrivata una stagione serena, ora che Viola, la compagna del figlio morto, le ha regalato un nipotino. Il nome di Lombardo, però, è il soffio di un vento gelido che colpisce a tradimento nel tepore di aprile, e lascia affiorare ricordi che sarebbe meglio dimenticare. In un viaggio a ritroso nel tempo, Maurizio de Giovanni dipana il filo dell’indagine più pericolosa, quella che scivola nei territori insidiosi della memoria collettiva e criminale di un intero Paese, per sciogliere il mistero di chi crediamo d’essere, e scoprire chi siamo davvero.

Maurizio de Giovanni (Napoli31 marzo 1958) è uno scrittoresceneggiatore e drammaturgo italiano, autore perlopiù di romanzi gialli.

Maurizio de Giovanni

Biografia

Maurizio de Giovanni è nato nel 1958 a Napoli, dove vive e lavora. Nel 2005 partecipa a un concorso riservato a giallisti emergenti indetto da Porsche Italia presso il Gran Caffè Gambrinus, ideando un racconto ambientato nella Napoli degli anni trenta intitolato I vivi e i morti, con protagonista il commissario Ricciardi. Il racconto è la base di un romanzo edito da Graus Editore nel 2006Le lacrime del pagliaccio, poi riedito l’anno successivo con il titolo Il senso del dolore: ha così inizio la serie di inchieste del Commissario Ricciardi.

Nel 2007 Fandango pubblica Il senso del dolore. L’inverno del commissario Ricciardi, la prima opera ispirata alle quattro stagioni, cui seguono nel 2008 La condanna del sangue. La primavera del commissario Ricciardi, nel 2009 Il posto di ognuno. L’estate del commissario Ricciardi e nel 2010 Il giorno dei morti. L’autunno del commissario Ricciardi.

Nel 2011 esce in libreria, questa volta per Einaudi Stile LiberoPer mano mia. Il Natale del commissario Ricciardi; nel 2012 l’autore si cimenta in un noir ambientato nella Napoli contemporanea e pubblica con Mondadori il libro intitolato Il metodo del coccodrillo che vede protagonista l’Ispettore Lojacono, un nuovo personaggio.

Nello stesso anno con Einaudi, oltre a pubblicare le stagioni del commissario Ricciardi in versione tascabile, pubblica il romanzo Vipera. Nessuna resurrezione per il commissario Ricciardi, ambientato nella Pasqua del 1932.

Nel 2013 torna in libreria con il romanzo I bastardi di Pizzofalcone, ispirato all’87º Distretto di Ed McBain, segnando la transizione del personaggio dal genere noir al police procedural. Non molto tempo dopo De Giovanni dà alle stampe Buio per i bastardi di Pizzofalcone; da questa serie di romanzi sarà tratta una fiction televisiva.[1]

Nello stesso mese all’interno dell’antologia Regalo di Natale edito da Sellerio esce un suo racconto dal titolo Un giorno di Settembre a Natale.

Nel 2014 per le Edizioni Cento Autori esce in libreria l’antologia intitolata Le mani insanguinate, una raccolta di quindici tra i suoi migliori racconti noir.

Esce a luglio 2014 In fondo al tuo cuore, sempre per Einaudi, nuovo romanzo del commissario Ricciardi e nello stesso anno Gelo per i bastardi di Pizzofalcone, un nuovo racconto incentrato sulla squadra dell’Ispettore Lojacono.

Nel luglio 2015 esce Anime di vetro. Falene per il commissario Ricciardi e l’anno successivo Serenata senza nome. Notturno per il commissario Ricciardi.

Nel dicembre 2016 esce Pane per i bastardi di Pizzofalcone.

L’anno 2017 vede la pubblicazione del primo di una nuova trilogia di libri di genere mistery chiamata ‘I guardiani’.

Nel dicembre 2015 il comune di Cervinara gli conferisce la cittadinanza onoraria.[2]

Molti dei suoi romanzi sono stati tradotti in inglesespagnolo e catalano, in tedesco e francese.

Fa parte del gruppo di scrittori che conducono il laboratorio di scrittura con i ragazzi reclusi nell’Istituto Penale Minorile di Nisida.

Nel luglio 2020 Maurizio de Giovanni è stato nominato Presidente del “Comitato scientifico per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio linguistico napoletano”.

OpereModifica

Serie di Mina SettembreModifica

  1. 2013 – Un giorno di Settembre a Natale (racconto contenuto nell’antologia Regalo di Natale[3], Sellerio editore)
  2. 2014 – Un telegramma da Settembre (racconto contenuto nell’antologia La scuola in giallo, Sellerio editore)
  3. 2019 – Dodici rose a Settembre, Sellerio editore
  4. 2020 – Troppo freddo per Settembre, Einaudi

La serie del commissario Ricciardi

  1. 2006 – Le lacrime del pagliaccio, Graus Editore (ripubblicato nel 2007 da Fandango col titolo Il senso del dolore. L’inverno del commissario Ricciardi)
  2. 2008 – La condanna del sangue. La primavera del commissario Ricciardi, Fandango
  3. 2009 – Il posto di ognuno. L’estate del commissario Ricciardi, Fandango
  4. 2010 – Il giorno dei morti. L’autunno del commissario Ricciardi, Fandango
  5. 2011 – Per mano mia. Il Natale del commissario RicciardiEinaudi
  6. 2012 – Vipera. Nessuna resurrezione per il commissario Ricciardi[4]Einaudi
  7. 2014 – In fondo al tuo cuore. Inferno per il commissario Ricciardi[5]Einaudi
  8. 2015 – Anime di vetro. Falene per il commissario RicciardiEinaudi
  9. 2016 – Serenata senza nome. Notturno per il commissario RicciardiEinaudi
  10. 2017 – Rondini d’inverno. Sipario per il commissario RicciardiEinaudi
  11. 2018 – Il purgatorio dell’angelo. Confessioni per il commissario RicciardiEinaudi
  12. 2019 – Il pianto dell’alba. Ultima ombra per il commissario RicciardiEinaudi

Altri racconti del commissario Ricciardi

  1. 2012 – L’omicidio Carosino. Le prime indagini del commissario Ricciardi[6], Cento Autori
  2. 2014 – Febbre (racconto contenuto nell’antologia Giochi criminali[7]Einaudi)
  3. 2015 – Una domenica con il commissario Ricciardi, Skirà (libro fotografico)
  4. 2017 – L’ultimo passo di tango, Rizzoli

La serie dell’Ispettore LojaconoModifica

  1. 2012 – Il metodo del coccodrilloMondadori
  2. 2013 – I Bastardi di PizzofalconeEinaudi
  3. 2013 – Buio per i Bastardi di PizzofalconeEinaudi
  4. 2014 – Gelo per i Bastardi di Pizzofalcone, Einaudi
  5. 2015 – Cuccioli per i Bastardi di Pizzofalcone, Einaudi
  6. 2016 – Pane per i Bastardi di Pizzofalcone, Einaudi
  7. 2017 – Vita quotidiana dei Bastardi di Pizzofalcone, Einaudi
  8. 2017 – Souvenir per i Bastardi di Pizzofalcone, Einaudi
  9. 2018 – Vuoto per i Bastardi di Pizzofalcone, Einaudi
  10. 2019 – Nozze per i Bastardi di Pizzofalcone, Einaudi

I GuardianiModifica

  • 2017 – I Guardiani, Rizzoli

SaraModifica

  • 2018 – Sara al tramonto, Rizzoli
  • 2018 – Sara che aspetta (racconto contenuto in “Sbirre”, con Massimo Carlotto e Giancarlo De Cataldo), Rizzoli
  • 2019 – Le parole di Sara, Rizzoli
  • 2020 – Una Lettera per Sara, Rizzoli

La serie sportiva

  1. 2008 – Juve-Napoli 1-3 – la presa di Torino, Cento Autori
  2. 2009 – Ti racconto il 10 maggio, Cento Autori,
  3. 2010 – Miracolo a Torino – Juve Napoli 2-3, Cento Autori
  4. 2010 – Storie azzurre, Cento Autori (antologia di racconti)
  5. 2010 – Maradona è meglio ‘e Pelé (racconto contenuto nell’antologia Per segnare bisogna tirare in portaSpartaco)
  6. 2014 – La partita di pallone – Storie di calcio[8], Sellerio editore (antologia di racconti di autori diversi)
  7. 2015 – Il resto della settimana, Rizzoli

Altre opere

  • 2005 – Il maschio dominante, Graus & Boniello
  • 2007 – Le beffe della cena ovvero piccolo manuale dell’intrattenimento in piediKairòs
  • 2010 – L’ombra nello specchio, Kairòs
  • 2010 – Mammarella, Cagliostro ePress
  • 2011 – Scusi, un ricordo del terremoto dell’ottanta? (racconto contenuto nelle antologie Trema la terra, Neo edizioni e Una lunga notte, Cento Autori)
  • 2012 – Gli altri fantasmi, Spartaco
  • 2012 – Respirando in discesa, Senza Patria
  • 2012 – Per amore di NamiZefiro
  • 2013 – Gli altri, Tunué (fumetto tratto dall’opera teatrale Gli altri fantasmi)
  • 2013 – Il tappo del 128 (racconto contenuto nell’antologia Racconti in sala d’attesa[9], Caracò)
  • 2013 – Le voci dal muro in “Nessuna più: quaranta autori contro il femminicidio”, Elliot
  • 2014 – Le mani insanguinate[10], Cento Autori (antologia di racconti)
  • 2014 – Verità imperfette[11], Del Vecchio Editore (scritto con altri autori)
  • 2015 – Ti voglio bene in Roberto Colonna (a cura di), Il fantastico. Tradizioni a confronto, in ”Pagine Inattuali”, Salerno, Edizioni Arcoiris, 2014
  • 2015 – Istantanee in “Nessuno ci ridurrà al silenzio” (a cura di Maurizio de Giovanni)[12], Cento Autori (antologia di racconti)
  • 2015 – Una mano sul volto, Ed. Ad est dell’equatore (a cura di, con un racconto di Maurizio de Giovanni)[13], antologia contro la violenza sulle donne
  • 2015 – Le solitudini dell’anima, Cento Autori (antologia di racconti) ISBN 9788868720360, nella quale è contenuto un racconto inedito sul giovane Alfredo Ricciardi
  • 2016 – Nove volte per amore, Cento autori (antologia di racconti)
  • 2020 – Tre passi per un delitto, Einaudi, con Giancarlo De Cataldo e Cristina Cassar Scalia
  • 2020 – Il concerto dei destini fragili, Solferino

Svegliami a mezzanotte di Fuani Marino

https://youtu.be/5U5cndGNCV0

Un libro che racconta il suicidio in prima persona, un libro che parla di malattia mentale

Il libro Svegliami a mezzanotte di Fuani Marino

«E poi sono caduta, ma non sono morta». Una giovane donna, da poco diventata madre, decide di togliersi la vita gettandosi dall’ultimo piano di una palazzina. Perché l’ha fatto? Non lo sappiamo. E forse, in quel momento, non lo sa nemmeno lei. Ma quel tentativo di suicidio non ha avuto successo e oggi, quella giovane donna, vuole capire. Fuani Marino decide di usare gli strumenti della letteratura per ricostruire una storia vera, la propria. Svegliami a mezzanotte è un libro incandescente: una storia di luce scritta da chi ha attraversato la notte.

Giulio Einaudi Editore

Una ringhiera sul vuoto, le ciabatte che scivolano via dai piedi, lasciarsi andare. Fuani Marino cade dal quarto piano in un pomeriggio di luglio durante una vacanza al mare. Ha 32 anni, una bambina di 4 mesi e un disturbo bipolare che nessuno ha avuto il coraggio di riconoscere e affrontare.

Svegliami a mezzanotte è la storia di un suicidio dal punto di vista del suicida, per paradossale che appaia. Perché chi sopravvive è comunque riuscito a compiere il passo verso l’indicibile.

E poi sono caduta, ma non sono morta.

Il bambino col pigiama a righe The Boy in the Striped

https://youtu.be/_EfD5VaTX0A

Il bambino con il pigiama a righe (film)

film del 2008 diretto da Mark Herman

Il bambino con il pigiama a righe.jpg

Bruno e Shmuel giocano a dama in una scena del filmTitolo originaleThe Boy in the Striped PyjamasLingua originaleinglesePaese di produzioneStati Uniti d’AmericaRegno UnitoUngheriaAnno2008Durata91 minRapporto1,85:1GeneredrammaticostoricoRegiaMark HermanSoggettoJohn BoyneSceneggiaturaMark HermanProduttoreDavid HeymanCasa di produzioneMiramax FilmsBBC FilmsHeyday FilmsFotografiaBenoît DelhommeMontaggioMichael EllisMusicheJames HornerScenografiaMartin ChildsInterpreti e personaggi

Doppiatori italiani

Il bambino con il pigiama a righe (The Boy in the Striped Pajamas) è un film del 2008 diretto e sceneggiato da Mark Herman, adattamento per il grande schermo dell’omonimo romanzo di John Boyne.

Il film è stato distribuito nelle sale italiane il 19 dicembre 2008.

Trama

Bruno è un bambino tedesco di otto anni, curioso, intraprendente e appassionato d’avventura. Vive a Berlino, durante la seconda guerra mondiale, con suo padre Ralf, un ufficiale nazista, sua madre Elsa, sua sorella Gretel e una giovane domestica, Maria.

Un giorno, a seguito della promozione del padre, Bruno viene costretto a lasciare la città e tutti i suoi amici per trasferirsi in una casa di campagna insieme alla famiglia.

Poco dopo il suo arrivo, il bambino scopre per caso che vicino alla sua nuova abitazione, sorge un campo di concentramento. Improvvisamente catapultato in una vita monotona e solitaria, circondato solo da domestici e soldati, il bambino inizia ben presto a esplorare i dintorni della tenuta; riesce così a scoprire un passaggio, che lo conduce fino ai confini del campo di concentramento.

Lì, conosce Shmuel, un bambino ebreo, suo coetaneo. Nonostante tra i due vi sia del filo spinato e il tentativo degli adulti di infondere odio verso la razza ebraica, Bruno si dimostra fin da subito estraneo ai condizionamenti. Tra i due bambini nasce infatti una profonda amicizia, benché i due possano giocare nei limiti fisici del possibile, dato il filo spinato.

Un giorno, appena prima di trasferirsi di nuovo, Bruno si “traveste” da ebreo, scava una fossa e raggiunge Shmuel. I due andranno alla ricerca del padre di Shmuel, quando però vengono rastrellati all’interno del campo e sottoposti a un’apparente doccia in una camerata, che è in realtà una camera a gas, nella quale moriranno.

The Verve

Tra il 1998 e il 2007 Nick McCabe collaborò con diversi artisti tra cui John MartynNeotropic, e i The Nova Saint. Nel 2007 i Verve si riunirono e nell’agosto 2008 esce un nuovo album dal titolo Forth, in cui la band mischia il sound che lo aveva caratterizzato nei primi anni grazie proprio alle stesure di McCabe, col Pop Rock più classico di Ashcroft.

Nel 2009 McCabe ha fondato un nuovo gruppo chiamato “The Black Ships” con l’ex bassista dei The Verve Simon Jones, il batterista Mig Schillace, ed il violinista Davide Rossi. I Black Ships realizzarono il loro primo EP, Kurofune, nel maggio 2011, e hanno debuttato dal vivo al Kings College Student Union il 2 giugno dello stesso anno, prima di cambiare i loro nome in Black Submarine a metà 2012, per problemi con un gruppo omonimo americano.

” The Undoing ” con Matilda De Angelis

Attrice Modifica
Cinema Modifica
Veloce come il vento, regia di Matteo Rovere (2016)
Radice di 9, regia di Daniele Barbiero (2016) – cortometraggio
Una famiglia, regia di Sebastiano Riso (2017)
Il premio, regia di Alessandro Gassman (2017)
Youtopia, regia di Berardo Carboni (2018)
Una vita spericolata, regia di Marco Ponti (2018)
Der göttliche Andere, regia di Jan Schomburg (2020)
L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, regia di Sydney Sibilia (2020)
Televisione Modifica
Tutto può succedere – serie TV (2015-2018)
I ragazzi dello Zecchino d’Oro – film TV, regia di Ambrogio Lo Giudice (2019)
The Undoing – Le verità non dette (The Undoing) – miniserie TV (2020)
Leonardo – serie TV (2021)
Videoclip Modifica
Tutto qui accade, brano dei Negramaro (2016)
Elephant and Castle, brano degli OAK (2017)
Donne e Pace per Rai Storia (2017)
Felicità puttana, brano dei Thegiornalisti (2018)
Doppiatrice Modifica
Coco, regia di Lee Unkrich e Adrian Molina (2017) – Tía Victoria
Riconoscimenti Modifica
David di Donatello
2017 – Candidatura per la migliore attrice protagonista per Veloce come il vento[7]
2017 – Candidatura per la miglior canzone originale per Veloce come il vento (Seventeen)[7]
Festival internazionale del cinema di Berlino
2018 – Premio Bacco [8]
Nastro d’argento
2016 – Premio Biraghi alla rivelazione per Veloce come il vento[9]
Premio Flaiano
2016 – Miglior attrice esordiente per Veloce come il vento[10]
Taormina Film Fest
2016 – Attrice rivelazione dell’anno per Veloce come il vento e Tutto può succedere

” L’ appello ” di Alessandro D’ Avenia

E se l’appello non fosse un semplice elenco? Se pronunciare un nome significasse far esistere un po’ di più chi lo porta? Allora la risposta “presente!” conterrebbe il segreto per un’adesione coraggiosa alla vita. Questa è la scuola che Omero Romeo sogna.

Quarantacinque anni, gli occhiali da sole sempre sul naso, Omero viene chiamato come supplente di Scienze in una classe che affronterà gli esami di maturità. Una classe-ghetto, in cui sono stati confinati i casi disperati della scuola. La sfida sembra impossibile per lui, che è diventato cieco e non sa se sarà mai più capace di insegnare, e forse persino di vivere. Non potendo vedere i volti degli alunni, inventa un nuovo modo di fare l’appello, convinto che per salvare il mondo occorra salvare ogni nome, anche se a portarlo sono una ragazza che nasconde una ferita inconfessabile, un rapper che vive in una casa famiglia, un nerd che entra in contatto con gli altri solo da dietro uno schermo, una figlia abbandonata, un aspirante pugile che sogna di diventare come Rocky… Nessuno li vedeva, eppure il professore che non ci vede ce la fa.

A dieci anni dalla rivelazione di Bianca come il latte, rossa come il sangue, Alessandro D’Avenia torna a raccontare la scuola come solo chi ci vive dentro può fare. E nella vicenda di Omero e dei suoi ragazzi distilla l’essenza del rapporto tra maestro e discepolo, una relazione dinamica in cui entrambi insegnano e imparano, disponibili a mettersi in gioco e a guardare il mondo con occhi nuovi. È l’inizio di una rivoluzione?

L’Appello è un romanzo dirompente che, attingendo a forme letterarie e linguaggi diversi – dalla rappresentazione scenica alla meditazione filosofica, dal diario all’allegoria politico-sociale e alla storia di formazione -, racconta di una classe che da accozzaglia di strumenti isolati diventa un’orchestra diretta da un maestro cieco. Proprio lui, costretto ad accogliere le voci stonate del mondo, scoprirà che sono tutte legate da un unico respiro

...abitando la distanza

il cambiamento ci coinvolge quando guardiamo in modo nuovo

Istituto di Mindfulness Interpersonale

Corsi di mindfulness a Roma e oltre

The Journal

La voce di ASP

La Mia Costante

Scrivo per dimenticare le cose che non hanno senso...

Istantanee di Felicità

Roberta Liberalato

ANTONELLA CARULLO

dream writer

Medicina Olistica - Dott. Loredana Leonforte

Dobbiamo conservare la nostra personalità, vivere la nostra vera vita. Essere capitano della vera nave. E tutto andrà bene. "E. Bach"

Supernova Burning Soul

Tra asfalto, cenere e luccicanza

Instat

Istituto Nazionale di Studio e di Tutela dell'Ambiente e del Territorio

iMathematica

"ApprenderLa non può chi non la pratica...!"

L'OCCHIO DI VENYA

Condividi con me ciò che vedi, ciò che senti, ciò che provi.

immaginarie.wordpress.com/

Blog di letteratura per bambini e ragazzi

Non mi sento vecchia

Deliri sull'orlo di una crisi di mezza età

Fondazione Silvia Montefoschi

Blog di psicoanalisi intersoggettiva

State of Mind

Psicologia, Psicoterapia, Psichiatria, Neuroscienze.

Spaziocorrente

Il valore di un sorriso. Nessuno è così ricco da poterne fare a meno, nessuno è così povero da non poterlo dare. (P. Faber)

MyPersonalBlog

Un sito dove io possa esprimere le mie opinioni e i miei pensieri

The Password

Il giornale degli studenti di UniTo

Di emozioni e sentimenti

Crescita, riflessioni e sfoghi di una donna che pensa troppo

Carlo Molinaro

poesie e altre cose

Mappeser.com: Mappe nel sistema dei Servizi

“Lungo la storia dell’Occidente varieranno i rimedi, ma rimarrà costante sia l’essenza del dolore, sia la volontà di trovare rimedio al dolore”, EMANUELE SEVERINO, Il giogo, Adelphi editore, 1989

ECCE COR MEUM

Questo è il mio cuore

Volpi

Cultura generale modelle

Penny

Corri e salvati. Poi torna.

Il Bacio sul Pontile

Un Mondo Unico e Vero

I Ching e Numerologia Orientale

Consultazioni, corsi e percorsi con Valter Vico - Info: 333.26.90.739, valter.vico@gmail.com

al BlogBar dell'uvi

Area di sosta per uno scambio di opinioni piacevole e informale

Lino Fusco Psicologia Psicoterapia

Ansia Depressione Ben-Essere Autostima

lementelettriche

Just another WordPress.com site

Fisica Sperimentale, annessi e connessi

Non insegno mai nulla ai miei allievi. Cerco solo di metterli in condizione di poter imparare (Albert Einstein)

A Place for My Head

Written and directed by myself

Education Around

Formazione | Informazione | Analisi

Il Sentiero della Realizzazione

Scegli di crescere almeno dieci volte al giorno

Relazioni Elettroniche

Troveremo il modo anche quando poi, saremo stanchi.

Diario di un'ascensione

Ciò che vediamo non è ciò che vediamo, ma ciò che siamo. Pessoa

Scrivi Viaggia Ama - Simona

Memorie ed Emozioni - di una viaggiatrice distratta.

Viaggiatori interdimensionali

Avvisi ai naviganti e bollettini cosmici

Creattiva

percorsi di felicità

...abitando la distanza

il cambiamento ci coinvolge quando guardiamo in modo nuovo

Istituto di Mindfulness Interpersonale

Corsi di mindfulness a Roma e oltre

The Journal

La voce di ASP

La Mia Costante

Scrivo per dimenticare le cose che non hanno senso...

Istantanee di Felicità

Roberta Liberalato

ANTONELLA CARULLO

dream writer

Medicina Olistica - Dott. Loredana Leonforte

Dobbiamo conservare la nostra personalità, vivere la nostra vera vita. Essere capitano della vera nave. E tutto andrà bene. "E. Bach"

Supernova Burning Soul

Tra asfalto, cenere e luccicanza

Instat

Istituto Nazionale di Studio e di Tutela dell'Ambiente e del Territorio

iMathematica

"ApprenderLa non può chi non la pratica...!"

L'OCCHIO DI VENYA

Condividi con me ciò che vedi, ciò che senti, ciò che provi.

immaginarie.wordpress.com/

Blog di letteratura per bambini e ragazzi

Non mi sento vecchia

Deliri sull'orlo di una crisi di mezza età

Fondazione Silvia Montefoschi

Blog di psicoanalisi intersoggettiva

State of Mind

Psicologia, Psicoterapia, Psichiatria, Neuroscienze.

Spaziocorrente

Il valore di un sorriso. Nessuno è così ricco da poterne fare a meno, nessuno è così povero da non poterlo dare. (P. Faber)

MyPersonalBlog

Un sito dove io possa esprimere le mie opinioni e i miei pensieri

The Password

Il giornale degli studenti di UniTo

Di emozioni e sentimenti

Crescita, riflessioni e sfoghi di una donna che pensa troppo

Carlo Molinaro

poesie e altre cose

Mappeser.com: Mappe nel sistema dei Servizi

“Lungo la storia dell’Occidente varieranno i rimedi, ma rimarrà costante sia l’essenza del dolore, sia la volontà di trovare rimedio al dolore”, EMANUELE SEVERINO, Il giogo, Adelphi editore, 1989

ECCE COR MEUM

Questo è il mio cuore

Volpi

Cultura generale modelle

Penny

Corri e salvati. Poi torna.

Il Bacio sul Pontile

Un Mondo Unico e Vero

I Ching e Numerologia Orientale

Consultazioni, corsi e percorsi con Valter Vico - Info: 333.26.90.739, valter.vico@gmail.com

al BlogBar dell'uvi

Area di sosta per uno scambio di opinioni piacevole e informale

Lino Fusco Psicologia Psicoterapia

Ansia Depressione Ben-Essere Autostima

lementelettriche

Just another WordPress.com site

Fisica Sperimentale, annessi e connessi

Non insegno mai nulla ai miei allievi. Cerco solo di metterli in condizione di poter imparare (Albert Einstein)

A Place for My Head

Written and directed by myself

Education Around

Formazione | Informazione | Analisi

Il Sentiero della Realizzazione

Scegli di crescere almeno dieci volte al giorno

Relazioni Elettroniche

Troveremo il modo anche quando poi, saremo stanchi.

Diario di un'ascensione

Ciò che vediamo non è ciò che vediamo, ma ciò che siamo. Pessoa

Scrivi Viaggia Ama - Simona

Memorie ed Emozioni - di una viaggiatrice distratta.

Viaggiatori interdimensionali

Avvisi ai naviganti e bollettini cosmici

Creattiva

percorsi di felicità

Il blog di Antonio Spoto

riflessioni, foto, appunti, didattica

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: